Re: Nuovi Media Nuove Persone – L’azienda di servizi (b2b)

Ecco l’ultimo dei quattro casi ( b2ccommunityfreelance – b2b) sviluppati durante le lezione di Webmarketing di Nuovi media nuove persone.

Il gruppo formato da Francesco Zambelli, Paolo Savoldi, Giuseppe Romagnoli, Marc Djilé, Matteo Capra ha lavorato su di un progetto d’espansione online per un’azienda di servizi del mercato b2b. Come nei casi precedenti anche il soggetto di questo caso è stato dettagliato da alcuni elementi , tra gli altri, l’azienda:

  • ha un sito ed un blog.
  • Il blog è letto solo da loro clienti.
  • non ha molto tempo da dedicare al blog.
  • ha medie possibilità da investire.
  • non usano social network.
  • è una pmi che lavora con altre pmi.
  • opera in italia.

Il gruppo, differentemente da altri, ha scelto di muoversi portando il caso studio direttamente su di un caso aziendale reale, per il quale è stata realizzata un’analisi della situazione attuale, legata al prodotto/servizio ed alla concorrenza, che ben ha delinato i punti di forza e di debolezza della presenza online del cliente.  Da questa la scelta di strutturare una strategia di marketing non direttamente orientata al pubblico delle PMI ma a professionisti/consulenti (che lavorano per/in pmi).

La strategia, articola e complessa, si muove grazie ad un social media plan attorno ad un brand/personaggio creato appositamente per catalizzare l’attenzione: Iva.no – professione schiavo.
Un personaggio creato appositamente per quel tipo di pubblico: questo si interesserà essenzialmente di questioni legate a partite iva, finanziarie, legali e di mercato, con taglio fortemente ironico/sarcastico.
Questa presenza verrà amplificata e comunicata attraverso i social media, blog e newsletter con l’obbiettivo finale di comporre un db di contatti.

Segue la presentazione del gruppo.

Re: Nuovi Media Nuove Persone – il consulente di viaggio (servizio)

Terzo caso della serie di post su i progetti sviluppati all’interno del master Nuovi Media e Nuove Persone, tenuto dall’Accademia S.Giulia di Brescia, nei corsi di Social Network e Web Marketing.

Il terzo caso sviluppado da Samuel Savio, Romina Rinaldi,Alberto Baresi Albrici, Loris Torri, Dora Ramponi ha visto il team impegnato nello sviluppo di un piano marketing riguardate l’offerta dei servizi di un consulente di viaggio, descritto inizialmente da questi elemeneti :

  • è un libero professionista.
  • i suoi clienti sono amici o provengono dal passaparola.
  • ha un blog nel quale segnala alcune offerte, spesso già presenti sul mercato.
  • Il blog non è letto.
  • non usa social network.
  • ha una limitata possibilità da investire.
  • opera in Italia ma conosce bene l’inglese.
  • organizza viaggi su misura a prezzi contenuti e/o minori delle classiche agenzie viaggio.

Le volontà espresse dal consulente, identificabili negli obbettivi del progetto, erano:

  1. Cercare nuovi clienti, preferibilmente con possibilità ad acquistare consulenza per lunghi viaggi.
  2. Comunicare al meglio il valore de proprio lavoro.

Anche questo gruppo si è mosso in modo completo: da prima identificando la situazione, il segmento ed i possibili profili-cliente interessati all’offerta dei serivizi. E’ stata poi realizzata un’idea di logo implementata su un blog di test e su di una pagina facebook.

Per quanto riguarda la parte operativa/comunicativa, il gruppo ha scelto di investire parte del budget a disposizione in alcuni progetti promozionali movimentabili su facebook, sul blog, tramite newsletter e su di un gruppo in flickr – l’idea alla base è stata di offrire weekend promozionali messi in palio tramite contest centrati sulla condivisione di fotografie, creando così di volta in volta dei gruppi d’interesse su una determinata località o viaggio. Il restante budget è stato previsto per l’acquisto di campagne d’advertising su google adwords e facebook.

Re: Nuovi Media Nuove Persone – Ia community del vino (community)

Prosegue la miniserie di post sui progetti sviluppati all’interno del master Nuovi Media e Nuove Persone, tenuto dall’Accademia S.Giulia di Brescia, nei corsi di Social Network e Web Marketing.

Ia community del vino (community)

Il gruppo composto da Francesca Piazza, Bianca Ferrari, Alberto Gorrardi, Pietro Petteni e Massimo Luchena ha lavorato ad un progetto di community. Questa la situazione come gli è stata presentata in partenza:

  • è una community con un buon numero di iscritti per lo più giovani.
  • recensiscono i migliori cocktails/vini e luoghi dove gustarli.
  • hanno un piccolo numero di membri che scrive contenuti ma la maggior parte legge e commenta.
  • hanno un blog molto visitato.
  • utilizzano social network nei quali hanno parecchi contatti.

L’obbiettivo principale del gruppo è stato individuato nella stesura di un piano per l’espansione della community: al fine di ricercare nuove collaborazioni e stimolare la produzione di nuovi contenuti. Anche per questo caso sono stati identificati e chiariti gli obbiettivi, il target ed i profili d’interesse – sui quali si è giocato all’interno di un’applicazione in Facebook.

Sul piano operativo il gruppo ha deciso di muoversi su due linee: l’advertising – al fine di aumentare la visibilità, quindi l’attenzione generale verso la community ed una serie di operazioni virali/guerrilla volte invece a coinvolgere più persone nella creazione di contenuti. Il budget a disposizione del gruppo era di 12000€, questo è stato speso in buona parte per le operazioni legate ai social media ed al guerrilla, il restante per l’advertising online. Il gruppo ha anche proposto una propria idea di immagine e indentity della community.
Segue una breve presentazione del progetto…

Re: Nuovi Media Nuove Persone – Il dolce di lusso (b2c)

Qualche mese fa annunciavo su questo blog la mia partecipazione al Master “Nuovi Media e Nuove Persone” tenuto dall’Accademia S.Giulia di Brescia.
E’ stata un’ottima esperienza grazie alla quale ho avuto modo di poter lavorare con nomi “della rete” del calibro di Domenico Quaranta e Marco Cadioli – fin ad ora incontrati solo sulle pagine della mia vecchia tesi . La maggior gratificazione mi è arrivata però dal veder crescere in esperienze e competenze una ventina di professionisti passati da un utilizzo del web di tipo strumentale ad una più profonda conoscenza delle dinamiche di rete.

Durante i 3 corsi che ho avuto modo di tenere: Social Network base, WebMarketing base ed avanzato, ho proposto ai corsisti di seguire 4 casi aziendali: di svilupparli, analizzarli e per proporne idee e soluzioni. Un social network , ning, ci ha aiutato a collaborare, scambirci link, informazioni, commenti ed ad organizzare il lavoro dei 4 gruppi da 5 studenti.

In questa mini serie di post intendo raccogliere le presentazioni ed il lavoro svolto dai diversi gruppi su questi “casi studio”.  Ma andiam con ordine…

il caso b2c – il dolce di lusso

il gruppo formato da Angela Iussig, Francesco Raucci, Giacomo Lamperti, giorgio merigo ed Elena Cecchini, si è trovato ad affrontare un caso b2c molto particolare: affermare sull’online un brand destinato ad un mercato food/luxury con un budget, messo a disposizione per il solo online (social media), di 7000€.
Il loro lavoro ha definito il cliente e i suoi bisogni, il prodotto, il target ed i profili, le linee grafiche e la corporate image. Hanno inoltre pianificato una strategia di posizionamento a 360 gradi che ha riguardato un blog, un sito ed alcuni social media. Cuore del progetto una strategia di buzz generata da un viral video (prevista una serie) che ,nei piani, porterebbe la rete ad interessarsi prima al video, poi a ricercarne i particolari in esso contenuti ed infine a scoprire il sito/blog del prodotto. Una strategia/comunicazione dal sapore noir probabilmente molto vicina alle aspettive ed al target di un lussuosa “cena con delitto”.

il nome scelto per il prodotto/brand è stato Complice.

segue il video ..

e alcuni screenshot ..

Definizioni da TerraNova

Trovare la giusta definizione a nomi e concetti legati all’economia virutale non è certo semplice, questo perchè spesso concetti, di significato molto simile molte volte vengono utilizzati come sinonimi, lo stesso problema si è riproposto anche nella stesura di Modelli di Business dell’Economia Virtuale nel quale si è scelto di definire ed utilizare per tutto il lavoro 3 nomi/acronimi di fondo, che volendo velocemente riassumere e ricordare:

Metaverso, inteso come mondo digitale, sintetico.
Mondo Virtuale / Virtual Worlds, come metaverso con fini puramente sociali/comunicativi.
MMORPG/MMOG, massive multiplayer online game, inteso come metaverso con fini ludici.

Terranova nel post VW Taxonomy Q1 ‘08 aggiorna la lista delle definizioni usate nel settore comprendendo le 3 citate poco sopra alle quali vengono aggiunte Game world, Thick Virtual World, Thin Virtual World …